30 dic 2013

l'oroscopo subacqueo 2014 di claudio di manao

Cari affezionati subbi e subbe, l’oroscopo subacqueo 2014 del vostro affezionatissimo è su ScubaZone,
con l'immersione totem segno per segno! Tante novità per il nuovo anno con le immersioni totem a tutti voi!
http://www.scubazone.it/mag/scuba-oroscopo-2014/

17 dic 2013

la buddy intervista - marina comandini & vittoria amati


marco benedet
autore di
 'ma chi me l'ha fatto fare'
e
'ordinarie cose di mare'
verbaqua

claudio di manao
autore di:
'figli di una shamandura'
'cani salati nel profondo blu'
'subacqueologia'
claudio di manao blog

Format ideato da 
Marco Benedet & Claudio Di Manao
scrittori di mare e vecchie lenze della subacquea








07 dic 2013

infiltrazioni - metti il mare in prima serata



Prima della conquista della Luna, prima dell’affermarsi dei viaggi spaziali e del cinema di fantascienza, il mare è ancora l’unico luogo dove gli attori (e la camera) si muovono senza peso nelle tre dimensioni.

21 nov 2013

in libreria scilla, di massimo boyer - il corriere del ticino


È uscito in libreria il primo romanzo di Massimo Boyer, biologo marino di fama internazionale e autore di libri fotografici. In uno stile asciutto, quasi  visivo, ci racconta la vita di uno squalo bianco, Scilla. Claudio di Manao ha  chiesto le ragioni profonde di questa sua scelta.
da
il corriere del ticino 

02 ott 2013

knocking on adel's door - deco boys - frammenti di una vita scalza - video

deco-boys live in sharm  video >>>
"Ho lasciato il bar alle 4 meno un quarto..."
oppure:
"C'era una bombola per la deco sul relitto e non  sono riuscito a trovarla!

canta così knockining on adel's door, dei deco boys.

"Sono risalito troppo veloce ed ho mancato lo stop..."


02 ago 2013

sei un compagno d'immersione affidabile? - TEST


Il tuo compagno d’immersione è felice di averti accanto sott’acqua? Scopri rispondendo ad alcune semplici domande quanto sei coscienzioso/a in immersione. Assegnati un punto per ogni risposta sì. Anche se alcune domande sono ripetitive, rispondi sempre sì o no, non devi scegliere la risposta migliore, ma rispondere a tutte le domande. Non barare! 
test elaborato da: claudio di manao.

1-      Ti è successo che qualcuno si sia arrabbiato con te perché non hai eseguito il controllo del compagno?

2-      E’ capitato che il tuo compagno abbia avuto problemi con l’attrezzatura o la riserva d’aria appena sott’acqua?

3-      Ti hanno mai fatto i complimenti per la tua attrezzatura d’antiquariato?

4-      Il tuo compagno ti ha mai insultato ferocemente a fine immersione?

5-      Sei mai stato redarguito con veemenza da un divemaster a fine immersione?

6-      E durante l’immersione?

7-      La distanza di sicurezza dal compagno è più di tre metri?

8-      Più di cinque?

9-      A piacere?

10-   Ti sei mai perso il gruppo?

11-   E il compagno?

12-   Pensi che i divemaster siano dei rompiballe inutili e che andrebbero evitati come la peste?

13-   Pensi che immergersi da soli sia più sicuro che immergersi con un somaro?

14-   Se hai dimenticato il computer, stare un po’ più su del tuo compagno (che il computer ce l’ha) è corretto?

15-   E’ passato più di una anno da quando hai praticato l’ultima volta la risalita con l’aria alternativa?

16-   E’ la prima volta che senti parlare di quel esercizio lì?

17-   Pensi che non farsi male con la subacquea sia solo una questione di culo?

18-   Da bambino affrontavi discese con biciclette con i freni rotti?

19-   Sei uomo?

20-   T’immergi mai da solo in configurazione ricreativa?

21-   Cambi spesso compagno d’immersione?

22-   Ti capita di non trovare nessuno con cui immergerti?

23-   Sei mai stato cacciato da un diving centre? 

24-   Trovi faticoso comunicare sott’acqua?

25-   E’ mai successo che un tuo compagno abbia rinunciato ad immergersi dopo aver ascoltato un tuo piano d’immersione?

26-   E’ mai successo che ti abbiano lasciato in acqua da solo?

27-   Se vedi sott’acqua qualcosa che ti interessa, inizi a pinneggiare in quella direzione senza segnalare il cambiamento di rotta?

28-   Preferisci goderti le chicche da solo/a?

29-   Il corso Advanced è una truffa?

30-   E l’Open Water?

31-   E’ vero che non sei brevettato?

32-   Percepisci l’ambiente subacqueo come un pollaio infarcito di polli e di cagasotto? 



Da 1 a 8 = PET
non nel senso di plastica ma di teneri animaletti da compagnia. Teneri, affidabili e coscienziosi, non perdete mai di vista la vostra fedeltà assoluta nei confronti del compagno d’immersione. Siete in grado di affrontare qualsiasi martirio pur di rendere il vostro onorato servigio al vostro compagno. Purtroppo questa attenzione non è sempre reciproca. La vostra categoria di subacquei è quella che rischia di farsi trascinare da sommozzatori senza scrupoli in pericolose avventure fuori-standard.



da 9 a 16 = GUARDINGHI
siete il miglior compagno d’immersione che si posa desiderare, dotato di senso critico, equilibrio, addestramento adeguato e del giusto senso dell’umorismo. Con voi ci si immerge che è un piacere. Siete probabilmente una donna. Ma attenzione, qualcuno/a di voi scoprirà che è stato scelto come compagno d’immersione dal partner non per la sicurezza sott’acqua me per i suoi gusti musicali.

Da 17 a 24 = FOTOGRAFI
Abituati a razzolare da soli ed ai cazziatoni, da lungo tempo avete rinunciato al compagno. Via immergete, al limite, con quelli come voi. Una immersione con voi significa ignorare ed essere ignorati. E meno gente avte intorno e meglio è. Il problema, tuttosommato, non è il vostro, ma dei diving centre che continuano ad ignorare la vostra categoria.

Più di 24 = RUSSI
La vostra categoria non conosce pericolo, non conosce dolore, regole, né MDD. Se non siete stati formati a scuola dagli Spetsnaz è un puro caso, anzi: c’è il rischio che se ne accorgano e che vi arruolino per qualche missione in Golfo Persico. Di quelle missioni segretissime che non si sapranno mai in giro perché i protagonisti, di solito, muoiono. Come uno Spetsnaz, la tua dura scorza è comunque dura a morire. E probabilmente, te lo auguro, sopravvivrai ad un sacco di cose terrificanti che farai. Ma non ti sognare di fare mai da angelo custode ad altri subacquei che non stanno posando delle mine con te in un porto infestato di tagliatori di teste o nell'artico.

01 lug 2013

creature a confronto - squalo bianco vs. barboncino nano

chi è meglio di chi? creature a confronto

Uno dei miti a cavallo tra il 20° ed il 21° secolo, e quindi un mito resistente nel tempo, è che il barboncino sia un animale migliore dello squalo bianco. Questo mito è cresciuto e si è sviluppato nei salotti e nelle sale da pranzo della media borghesia urbana, dove i barboncini nani sono più amati degli squali bianchi. Nella borghesia rurale, invece, sono preferiti i cani da caccia, sia agli squali bianchi che ai barboncini.
Procediamo a sfatare questo vetustissimo mito con dati alla mano, numeri e prestazioni a confronto. Non senza qualche sorpresa!

17 giu 2013

un altro video da non perdere - è già cult!


Questo magnifico video, un commercial della Swatch, sta diventando un vero Cult tra i subacquei.
Ma anche tra i non subacquei.
Vedere squali in galleria, pesci leone fuori dall'ufficio e caroselli di carangidi nel cielo di mezzogiorno...

10 giu 2013

come i subacquei percepiscono il DAN e le raccomandazioni sulla sicurezza in generale?

La percezione della sicurezza in uno studente durante il corso coincide con quella dell’istruttore, e sulla sua formazione ma con dei limiti. Una volta brevettato il subacqueo diventa autonomo.  E una volta lasciati da soli, buona formazione o meno, l’idea della sicurezza diventa spesso un fatto personale.
I subacquei diventano molto creativi: riescono ad interpretare e ad innovare qualsiasi cosa.Più di tutto il concetto di disidratazione. 
Alcuni si chiedono polemicamente:
- Cosa hanno fatto quelli del DAN per noi subacquei?

05 apr 2013

nuova vita per lo squalo martello - CdT


LA FATTORIA DEGLI ANIMALI | BIO DIVERSITÀ -  27 MAR 2013 19:09

Nuova vita per lo squalo martello

I delegati CITES, a Bangkok, l'hanno inserito tra le specie protette in assoluto
"A Bangkok ha vinto il mare!", titolavamo un paio di settimane fa sulla Fattoria (vd suggeriti) mentre la nostra Beatrice Jann seguiva, in diretta, i lavori dei delegati della CITES...
leggi il CdT >>>

Così, come spesso accade quando vogliamo sapere di "cose di mare", ci siamo rivolti a Claudio Di Manao che di squali martello - in particolare di squali martello smerlati - ne ha visti a più riprese. E lui, con quello stile inconfondibile, sulla Fattoria in edicola il 28 marzo, ci porta nello Stretto di Tiran. "Lì - racconta il nostro scrittore di mare - con la bassa marea, le acque del Golfo di Aqaba defluiscono verso sud. E’ un respiro infinito, costante, che pompa vita e nutrienti. Il reef di Jackson è proprio lì in mezzo allo Stretto, in faccia al flusso della marea che scende verso il più ampio Mar Rosso. Lì, dove la corrente si spacca, tra giugno e ottobre e con la luna piena, li vedi. Per farlo devi essere un sub un po’ esperto ed anche fortunato. Si fluttua a venticinque metri di profondità senza riferimenti visivi, nel blu come nell’inconscio. Lì la mente disegna di tutto. Si resta immobili ad aspettare che arrivino, forse attratti dai campi elettrici emessi dai nostri organismi. Le ampolle di Lorenzini sono dei sensori che permettono agli squali, ma soprattutto ai martello che ne hanno in abbondanza, di rilevare impulsi e campi elettromagnetici. Come da copione ecco le due sentinelle (...)".  Il resto... sul giornale. 
m.c

21 feb 2013

2013: compiti per subacquei globali



E' un'ora qualsiasi UTC o GMT e, immaginando uno per uno gli spicchi meridiani  penso al mondo, al mare alla visione del mare. E' ora che un sacco di gente cambi abitudini. Ma se ci aspettiamo che lo facciano di loro spontanea volontà possiamo anche rassegnarci: il mare morirà prima che fermino il saccheggio.



Ecco quindi i compiti per il 2013: alleniamoci con quelli più facili, elencati per primi:


1- Spiegare ai giapponesi che da quando Sea Shepherd ha una flotta tutta suae l'Australia non è intenzionata a lasciarsi invadere aree economiche esclusive, sarà sempre più difficile rifornirsi di carne di balena. 

04 feb 2013

ss.thistlegorm in apnea: Save the Legend, un film di Frederick Di Girolamo


In questo video Andrea Zuccari, campione d'apnea, esplora silenziosamente le viscere (ed i dintorni) del relitto più famoso del mondo: il S.S. Thistlegorm. Il relitto, scoperto da Jacques Cousteau, è un vero e proprio museo in fondo al mare, anzi: una macchina del tempo.



Ma rischiamo di perdere per sempre quella memoria. Più di centomila subacquei lo visitano ogni anno. Le sue strutture stanno cedendo.
Save the Legend è un film, una iniziativa ed un tributo al relitto del THISTLEGORM da parte di un team di subacquei, tra i più esperti di Sharm el Sheikh, un team di amici che vuole sensibilizzarci sullo stato del relitto, della sua memoria.

Bravi.

enjoy!

visita il canale di Fred

http://www.youtube.com/user/freddigirolamo?feature=watch